Marche, il Consiglio Regionale approva modifica legge su gioco d’azzardo. Distanziometro entra il vigore il 31 dicembre 2021

Il Consiglio fa confusione con la votazione dell’articolo che avrebbe modificato l’entrata in vigore del distaniometro. Il 7 maggio prossimo la correzione.

Il Consiglio delle Marche ha approvato ieri le disposizioni di aggiornamento che riguardano molti settori e normative in essere. Tra queste quella che regolamenta le attività di gioco pubblico. Nello specifico si tratta della modifica all’articolo 16 della l.r. 3/2017 in materia di prevenzione e trattamento del gioco d’azzardo patologico, che proroga al 31 dicembre 2021 i termini per l’adeguamento, da parte degli esercenti, alle disposizioni riguardanti i luoghi di installazione degli apparecchi e congegni per il gioco. Differisce, inoltre, al 31 dicembre 2021 l’adozione, da parte della Giunta regionale, della disciplina relativa alle modalità perl’attivazione dei corsi di formazione e aggiornamento degli esercenti e del personale impiegato nelle sale in questione.

Di seguito il testo integrale dell’articolo della  legge che contiene le disposizioni di semplificazione e aggiornamento della normativa regionale. ” Art. 19 ter (Modifica alla l.r. 3/2017)1. Al comma 4 dell’articolo 16 della legge regionale 7 febbraio 2017, n. 3 (Norme per la pre-venzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico e della dipendenza da nuove tecnologie e social network),le parole: “31 dicembre 2019” sono sostituite dalle seguenti: “31 dicembre 2021”.2. I tempi precisati nella deliberazione di cui al comma 2 dell’articolo 16 della l.r. 3/2017 per l’assolvimento dell’obbligo di partecipazione ai corsi di formazione, previsto dal comma 3 dell’articolo 8 della medesima l.r. 3/2017, sono differiti al 31 dicembre 2021″.

In sede di esame si era reputato che l’intervento di modifica alla legge regionale rientra nella materia della tutela della salute e della formazione professionale, oggetto di competenza legislativa concorrente delle Regioni, ai sensi dell’articolo 117, secondo comma, della Costituzione. La materia rientra altresì nell’ambito di applicazione dei principi generali dell’ordinamento europeo in materia di libertà di stabilimento (art. 49 TFUE) e che la modifica proposta appare compatibile con i principi dell’ordinamento europeo.

Nel corso della votazione si è proceduto all’esame di due emendamenti a firma del relatore di maggioranza , il presidente della Commissione Bilancio Francesco Giacinti. 

Uno degli emendamenti modificava il termine previsto per l’adozione del distanziometro al 3o settembre 2019, ovvero riportava il testo alla sua formulazione orginaria. L’emendamento è stato votato all’unanimità.

Quindi l’articolo è stato votato nella sua interezza differendo al 31 dicembre 2021 solo l’adozione, da parte della Giunta regionale, della disciplina relativa alle modalità perl’attivazione dei corsi di formazione e aggiornamento degli esercenti e del personale impiegato nelle sale in questione.

Il presidente Giacinti ha parlato di un errore e della possibilità di procedere ad una modifica della disposizione nella riunione del Consiglio prevista per il 7 maggio prossimo.

Fonte: Jamma

Check Also

Lissone. Il sind. Monguzzi: “Nonostante il nostro impegno il gioco aumenta: individuate 71 aree no-slot”

“Una spesa media pro-capite di 2.475 euro, cresciuta rispetto all’anno precedente: sono dati davanti ai …

Anac. Il Pres. Cantone: “Le società pubbliche del gioco devono rispettare le misure di trasparenza”

“Le società in controllo pubblico, ovvero le società in cui una o più amministrazioni pubbliche …