AWP. Tassazione al margine? Giuliani (ADM): “Il cambiamento rispetto alla tassazione attuale sarebbe ben poco”

“Dal punto di vista statale non si può prendere in considerazione un cambio della tassazione passando alla tassazione al margine senza prevedere una fissazione dei limiti minimi e massimi del payout; altrimenti ci sarebbe una totale deregulation. Credo che le due misure dovrebbero andare di pari passo.

Dopo di che, proprio per questo motivo, che lo stato fisserebbe dei limiti minimi e massimi, credo che alla fine il cambiamento rispetto alla tassazione attuale sarebbe ben poco. Non credo rimarrebbero così tanti margini di manovra, è una partita troppo grossa e troppo importante per lo Stato per non definire con molta precisione questi limiti minimi e massimi”.

Lo ha dichiarato il dr. Antonio Giuliani, Dirigente dell’Ufficio apparecchi da intrattenimento presso la Direzione centrale gestione tributi e monopolio giochi dell’ADM.

Fonte: Pressgiochi

Check Also

Lissone. Il sind. Monguzzi: “Nonostante il nostro impegno il gioco aumenta: individuate 71 aree no-slot”

“Una spesa media pro-capite di 2.475 euro, cresciuta rispetto all’anno precedente: sono dati davanti ai …

Anac. Il Pres. Cantone: “Le società pubbliche del gioco devono rispettare le misure di trasparenza”

“Le società in controllo pubblico, ovvero le società in cui una o più amministrazioni pubbliche …